TXT2TAGS SAMPLE

Aurelio Jargas
10/28/2017

Introduzione

benvenuti nel file di esempio di txt2tags.

Qui potrete trovare gli esempi e una breve spiegazione di tutti i codici.

Le prime tre linee di questo file sono usate per le intestazioni (headers), con il seguente formato:

  linea1: titolo del documento
  linea2: nome dell'autore, email
  linea3: data, versione

Le linee che sono precedute e seguite simmetricamente dal simbolo = sono titoli.

Caratteri e Stili

Abbiamo due tipi di caratteri:

Il tipo NORMALE che può essere sottoposto a stili.

Il tipo TYPEWRITER usato per caratteri a spaziatura fissa per i testi pre-formattati.

Adesso inseriamo un sottotitolo...

Stili

I codici per gli stili sono semplici, come quando scrivi una semplie email o un testo.

Usiamo un doppio *, /, - ae _ per rappresentare grassetto, italico, barrato e sottolineato.

I codici per gli stili grassetto italico si possono usare in combinazione.

Testo Pre-formattato

Possiamo inserire codice sorgente o altro testo pre-formattato:

    qui    trovi     testo pre-formattato
  //i codici// **non**  sono  ``interpretati``

Inoltre è semplice inserire una singola linea pre-formattata in un testo:

  prompt$ ls /etc

Oppure usare testo pre-formattato all'interno delle frase.

Più Cosmesi

Le entità speciali come le email (duh@somewhere.com) e gli URL (http://www.duh.com) sono automagicamente individuate, tanto quanto la linea orizzontale:


^ sottile o spessa v


Si può anche inserire un link esplicito con un'etichetta.

E ricorda che,

un TAB davanti alla linea crea un citazione
più TAB aumentano la profondità (se permesso).

Carino.

Elenchi

Un elenco è facilissimo, basta mettere un meno o un più all'inizio della linea.

Elenchi semplici

Il meno è il codice standard per le liste. Per le sottoliste basta aggiungere spazi all'inizio della linea. Più spazi, più sottoliste.

L'elenco finisce con due interlinee consecutive.

Liste Numerate

Si applicano le stesse regole per gli elenchi semplici, solo con un diverso codice (più).

  1. uno
  2. due
  3. tre
  4. quattro

Liste di definizioni

Il codice per le liste di definizioni è il "punto e virgola", seguito dal termine. Le definizioni del termine sono nella linea successiva.

arancia
un frutto giallo
mela
un frutto verde o rosso. O un computer :)
altra frutta

Tabelle

Usa le barre verticali per comporre righe e celle delle tabelle. Le doppie barre all'inizio della riga creano i titoli (headers). Gli spazi specificano l'allineamento per ciascuna cella.

titolo 1 titolo 2 titolo 3
cella 1.1 cella 1.2 cella 1.3
cella 2.1 cella 2.2 cella 2.3

Senza l'ultima barra, si omette il bordo:

titolo 1 titolo 2 titolo 3
cella 1.1 cella 1.2 cella 1.3
cella 2.1 cella 2.2 cella 2.3

Entitità Speciali

Perché le cose erano troppo semplici.

Immagini

Il codice per le immagini è semplicissimo: [filename].

Altro

la pratica macro %%date viene sostituita dalla data corrente.

Così oggi è 20171031 nel formato ISO YYYYMMDD.

Si può anche modificare il formato con i codici %?, come %%date(%m-%d-%Y) con cui si ottiene: 10-31-2017.

Questo è tutto per ora.


Translated by Ruggero Furlanetto.


(sample-it.t2t)